Il teatro

         

.....Qui al chiuso del convitto             

 la festa si prepara tutti i giorni

alla stessa ora crèmisi, il crepuscolo cittadino,

nell’antro peccaminoso del teatrino interno.

E qui non può mancare la bianca, l’abbagliante

luce del palcoscenico, la finzione più vera

del vero di quelle rose vertiginose

dal soffitto ramato e incannucciato:

o madre irraggiungibile, primavera perpetua.

A. Bertolucci 

da La camera da letto