Sull'anatomia delle foglie delle piante

di

Tommaso Luigi Berta

di Parma

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

§. 10. I tentativi che il mio metodo di macerazione mi permise di fare, metodo che la sperienza mi ha poi fatto perfezionare di molto, mi diede delle risultanze direi quasi del tutto nuove. Primieramente pervenni mercé di esso ad ottenere degli scheletri di alcune foglie, i quali in vano forse sarebbersi potuti sperare dal metodo di Seba, o da quello insegnato dal lodato sig. Corinaldi. In secondo luogo ebbi gli scheletri di altre non poche nel giro di alcune ore, e rispetto a talune, nello spazio di circa venti minuti. Finalmente giunsi a poter staccare dalle foglie la intera epidermide; il che mi ha somministrato materia a diverse osservazioni, fra le quali alle seguenti..."

 §. 17. Onde pervenire ad ottenere degli scheletri veramente perfetti, vuolsi avere una immensa dose di pazienza, di quella pazienza sempre indispensabile al naturalista, e di cui ci diedero sì meravigliosi esempj un Lewenock, un Malpighi, un Bonnet, uno Spallanzani, e tanti altri veri martiri della Naturale Istoria...

§. 19. Ho disseccato migliaja di foglie di divers aspecie e natura, prima di pervenire ad ottenere degli scheletri senza macchia o difetto. La sperienza è veramente, siccome lo attesta il Romano Oratore la maestra delle cose! Da ess aio appresi a non lasciar mai nulla intentato, e ben ne conobbi l'incalcolabile vantaggio, perocché sì facendo ebbi delle risultanze da' miei tentativi, che sorpassarono ogni mia aspettazione.

§. 21 L'illustre Brisseau Mirbel ha fatto cose veramente meravigliose, in questi ultimi tempi, circa l'Anatomia vegetale; Egli ha posto inoltre nelle sue operazioni una esattezza, una precisione, le quali possono servire veramente di esempio a tutti quelli i quali d'ora innanzi vorranno contribuire ai veri progressi della vegetale Fisiologia...

dalla ristampa anastatica della Memoria sull'anatomia delle foglie delle piante, di Tommaso Luigi Berta. 

( Stamperia di P. Fiaccadori, Parma, MDCCCXXIX ), Artegrafica Silva, Parma, 1993.