Garofani, anemoni, mughetti...

 

 

Sinfoniale di maggio

 

A notte alta, nel parco solitario

la nuova sinfonia piena d’incanti

si leva. I garofani fiammanti

hanno le note dello stradivario.

 

Hanno accenti di teneri liuti

gli anemoni, i mughetti e le viole;

e i gigli bianchi, sospirando il sole,

vibran  lamenti  d’ottavino acuti.

 

I rampicanti fior dai verdi intrichi,

come flauti soavemente trillano;

e i girasoli e gli oleandri squillano

come oricalchi di battaglia antichi.

                                      E.Panzacchi

 

 

 

 

 

 

Quasi un madrigale

 

Il girasole piega a occidente

e già precipita il giorno, nel suo

occhio in rovina e l’aria dell’estate

s’addensa e già curva le foglie…

 

E l’uomo che in silenzio s’avvicina

non nasconde il coltello tra le mani,

ma un fiore di geranio.

                            S. Quasimodo